venerdì 8 aprile 2016

Reverse Charge IVA

Reverse Charge IVA
Come applicare l'inversione contabile

› Cessioni di rottami e materiali di recupero › Telefonia mobile e computer › Acquisti dall’estero › Settore edile-immobiliare › Cessioni di oro › Settore energetico › Obblighi di fatturazione e registrazione › Dichiarazione IVA › Rimborsi e compensazione › Reverse charge documentale › Sanzioni

L’istituto del reverse charge - o inversione contabile - è oramai per molti settori la regola per l’individuazione del debitore d’imposta e per la determinazione dei relativi obblighi contabili: dal settore edilizio/immobiliare alle cessioni di oro e di rottami, dai trasferimenti nel settore energetico alle operazioni riguardanti la telefonia mobile, ai computer e agli acquisti dall’estero.

Con la Legge di stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015, n. 208) e il D.Lgs. 11 febbraio 2016, n. 24, il legislatore ha introdotto nuovi casi di applicazione dell’istituto, ad esempio a determinate operazioni a rischio frodi IVA; il Manuale analizza nel dettaglio tutti gli adempimenti previsti, sia in capo al fornitore che all’acquirente, descrivendo gli stessi anche mediante la diretta compilazione della modulistica.

Il testo chiarisce al Professionista tutti i passaggi chiave di tale meccanismo contabile, dalla fatturazione all'annotazione sui registri IVA, dai relativi obblighi dichiarativi alle sanzioni previste in caso di violazione della pertinente normativa, tenuto conto delle novità del D.Lgs. 24 settembre 2015, n. 158 e degli importanti interventi dell'Agenzia delle entrate (Circolari nn. 14 e 37 del 2015).

Il Volume "Reverse Charge IVA", autore Francesco D'Alfonso , editore Maggioli, p.2016, è in vendita anche su Amazon.it al prezzo di € 24,00.

Nessun commento:

Related Posts with Thumbnails